Attendere...

Bianco d'Alessano


Vitigno a bacca bianca di origine incerta, la cui coltivazione è abbastanza diffusa in Puglia. Altro vitigno che ha trovato la sua massima espressione nel territorio della “VALLE D’ ITRIA”. Di media vigoria, vitigno poco esigente e che si adatta a produrre nelle aree più aride , terreni di natura argillosi, calcareo-silici, poco profondi dei dossi collinari (le “spalle”). Coltivato ad “ALBERELLO BASSO”, con potatura corta; grappolo medio, di forma conica-cilindrica, piuttosto compatto con acino sferico, buccia spessa e pruinosa, di colore giallognolo con una presenza di punteggiatura di colore ruggine. Polpa succosa, di gusto neutro.

Epoca di vendemmia, fine settembre prima decade di ottobre.

Denominazione: Valle d’Itria IGP Bianco d’Alessano

Dati agronomici

Vitigni utilizzati: Bianco di Alessano (100 %)
Zona ubicazione vigneto: Puglia – Colline della Valle D’Itria
Altitudine: 350 mt.s.l.m.
Tipo di suolo: eluviale calcareo – argilloso
Sistema di allevamento: controspalliera cordone speronato
Ceppi/ha: 5000
Resa uva q.li/ha: 100 q.li
Epoca di vendemmia: fine settembre
Dati enologici

Vinificazione: pressatura soffice con fermentazione a temperatura controllata
Affinamento: acciaio 3 mesi – bottiglia 1 mese
Resa di uva in vino (%): 60
Estratto secco (gr./lt): 23,0
Acidità totale (gr./lt): 6,5
PH: 3,20
Zuccheri residui (gr./lt): 3,5
Alcol svolto: 12,5 % vol
Caratteristiche Organolettiche: 

Colore: vino dal colore giallo paglierino con riflessi verdolini
Profumo: bouquet intenso, delicato, di ottima consistenza
Sapore: gusto secco, equilibrato, con sentori di frutta ben espressa
Altri dati

Abbinamento: indicato per accompagnare antipasti magri, minestre delicate e piatti a base di pesce e carni bianche
Temperatura di servizio: 8-10 °C
Conservazione: in luogo fresco, al riparo dalla luce e da fonti di calore

Formato: 75 cl