Attendere...

Primitivo di Manduria

Rosso intenso, lascia il segno sulle labbra di chi lo gusta, attratto dal suo profondo colore e dal suo profumo inconfondibile! “Il primitivo”: esso cambia secondo il metodo di lavorazione ma resta sempre forte, robusto, un po’ selvatico, evocando piacevoli sensazioni e riscaldando il cuore e l’animo. A Manduria e dintorni la pianta ha trovato un habitat naturale ottimale, soprattutto nelle lingue di terra che costeggiano il mare. Classico vino da meditazione, decantato da poeti e scrittori, ottimo per esaltare varie pietanze e ben si accompagna con arrosti, cacciagione e selvaggina, giungendo al top su salse e cibi piccanti.
ZONA DI PRODUZIONE
Tra i paesi di Manduria e Sava, in provincia di Taranto.
VARIETÀ
Primitivo.
VIGNETI
Alberello tipico pugliese.
VINIFICAZIONE
La vendemmia viene effettuata alle prime ore dell’alba. Fermentazione a temperatura controllata a 25° C per 8-10 giorni.
AFFINAMENTO
6 mesi in barriques di rovere americano e 2 mesi in acciaio.
DATI ANALITICI
Alcool 14,5%; acidità totale 6,00 g/l; pH 3,78; zuccheri residui 7,70 g/l; S02 totale 80 mg/l.
NOTE DI DEGUSTAZIONE
Colore rosso rubino intenso; bouquet avvolgente, intenso, di ciliegia e amarena, piacevolmente speziato; attacco dolce e sapido, un centro bocca importante e bilanciato, finale persistente.
ABBINAMENTI GASTRONOMICI
Suggerito su primi piatti a base di sughi rossi, carni rosse e cacciagione.
Ossigenare e servire a 18° C.


 

Formato: 75 cl