Attendere...

Salice Salentino

La denominazione “Salice Salentino” deriva dal comune omonimo, situato a nord di Lecce e rappresenta sin dal VI secolo a.C. un’antica produzione dell’area meridionale della Puglia.
Viene prodotto per massima parte con le uve dei vitigni Negroamaro e in piccola percentuale con la Malvasia Nera di Lecce. La DOP ricade nella zona jonico-salentina, coprendo le province di Brindisi e Lecce, un’area a secolare tradizione viticola.
ZONA DI PRODUZIONE
Province di Brindisi e Lecce.
VARIETÀ
Autoctoni rientranti nel Salice Salentino.
VIGNETI
Alberello tipico pugliese e controspalliera.
VINIFICAZIONE
La vendemmia viene effettuata alle prime ore dell’alba. Diraspatura, fermentazione a temperatura controllata di 25° C in acciaio inox.
AFFINAMENTO
18 mesi in acciaio e 1 mese in bottiglia.
DATI ANALITICI
Alcool 13,5%; acidità totale 5,00 g/l; pH 3,45; zuccheri residui 5,25 g/l; S02 totale 80 mg/l.
NOTE DI DEGUSTAZIONE
Colore rosso rubino; profumo elegante, gradevolmente fruttato; gusto pieno e giustamente tannico.
ABBINAMENTI GASTRONOMICI
Accompagna primi piatti importanti, arrosti di carne e formaggi. 

Ossigenare e servire a 18° C.



 

Formato: 75 cl